GRISSINI AL FINOCCHIETTO

Tanto per fare qualcosa di diverso dal solito mi sono messa ad impastare e avendo sempre etti e etti di pasta madre che mi avanza dal rinfresco ho pensato di usarla per fare dei grissini. In verità era la prima volta che preparavo dei grissini quindi non sapevo quale sarebbe stato il risultato finale ma come si dice, la fortuna abbraccia gli audaci e questo è il risultato!!

PROVARE PER CREDERE!!

 GRISSINI AL FINOCCHIETTO

300g di farina manitoba
108g di pasta madre
1 cucchiaino di malto
170ml di acqua tiepida
10g di olio evo
10g di sale
15g di semi di finocchio
PER LA SALAMOIA
30g di acqua
30g di sale
30g olio evo
Sciogliete la pasta madre nell’acqua, quando il lievito si sarà completamente sciolto aggiungete l’olio e il malto. Mescolate il tutto e fate riposare 10 minuti. Aggiungete la farina e i semi di finocchio e iniziate a impastare nella planetaria facendo incordare. A metà della lavorazione aggiungete il sale e continuate con l’incordatura. Quindi coprite con pellicola e fate lievitare per 12 ore. 
A lievitazione avvenuta rovesciate la pasta su una spianatoia infarinata e cominciate a prelevare dei pezzetti di pasta del peso di 15 g e iniziate creando dei cordoncini che dovrete unire attorcigliandoli tra loro. Riponete su teglia coperta da carta da forno e continuate fino a riempire la teglia. Quindi spennellate ogni grissino con la salamoia che avrete preparato mescolando 30 g di acqua con 30 g di olio e 30 g di sale, e spolverizzateli con qualche seme di finocchio.
                                                                             
Quindi infornate la prima teglia in forno già caldo a 220° per 20 minuti circa e procedete con la preparazione degli altri grissini fino ad esaurire la pasta. 
 A questo punto fate raffreddare e servite con salumi a vostra scelta. 
                                            Gustoso appetito ciaooooooo
               
  

About panpepato

Consapevole di fare l'unico lavoro che vorrei fare, con le mani sempre sporche di farina insieme a tutto l'entusiasmo possibile, ne ho fatto uno stile di vita. Chi sono? Pamela, 35 anni e vivo a Varese. Cucino da sempre, ma mai senza un buon sottofondo musicale e quando sono nella mia cucina mi estraneo completamente dal mondo. Amo smisuratamente la montagna e quella sensazione di toccare Dio, che mi regala ogni qualvolta che raggiungo una cima. Determinata e testarda, se mi prefiggo un obiettivo lo inseguo fino al suo raggiungimento. M'irrita l'ignoranza, l'egoismo e la maleducazione. Appassionata di libri di pasticceria, la cioccolata è la mia compagna di vita. Adoro la cultura orientale per quell'innato senso di pace e tranquillità che infonde. Vivo delle mie passioni e questo mi rende una persona felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *